[ Home ] - [ Mappa ] - [ Email ] - [ Info ]  


» Informazioni
» Turismo
» Rubriche

      English

      German
Mailing List

Vuoi ricevere aggiornamenti su San Felice Circeo via email?
Allora iscriviti!


© Copyright 2006 USW

   Il Parco Nazionale

  Arrivando nella Pianura Pontina da qualsiasi direzione di provenga, è impossibile non accorgersi del Promontorio. Il suo profilo caratteristico stimola da sempre la fantasia dell'uomo che in passato ha fatto la dimora di dei, maghi ed eroi. Oggi esso ci attrae, per la sua multiforme ed imponente bellezza, che è possibile assaporare in più modi. La maniera più semplice di visitare il promontorio, per chi ha poco tempo, è quella di percorrere in automobile la strada che dalla piazza di S.F.Circeo porta alle Crocette o quella che raggiunge Punta Rossa. La prima strada saledo attraverso il bosco di lecci raggiunge il crinale da cui la vista si allarga sino alle isole Pontine, e a tutta la piana. L'altra, costeggiando imponenenti pareti rocciose, si affaccia sul mare e attraversa un ambiente caratterizzato dalla macchia mediterranea. Si oltrepassa una torre del XVI sec.(Torre Cervia) fino al termine del tratto asfaltato. Si può proseguire a piedi sino a raggiungere la Batteria o il riparo Blanc. Dalla strada costiera è possibile raggiungere anche la grotta delle Capre, una delle poche accessibili via terra. Qui la presenza di un "solco di battigia" testimonia come il livello del mare in passato fosse a quote diverse dall'attuale. Molto interessante è la visita alle grotte dal mare; tutta la fascia costiera è infatti costellata da una serie di cavità più o meno ampie, in cui sono stati ritrovati numerosi utensili preistorici e resti fossili.
Per chi desidera compiere un'escursione più impegnativa, è possibile la salita al Picco di Circe, la vetta più alta del promontorio. Da Torre Paola, all'incrocio tra la strada lungomare e la strada pedemontana, si imbocca una sterrata, che nel primo tratto costeggia una recinzione inoltrandosi nel bosco, dopo circa 200 metri da una piazzola inizia il sentiero segnato con vernice giallo-rossa. Dopo un primo tratto nel bosco si raggiunge il crinale e lo si segue per un lungo tratto scoperto che permette alla vista di spaziare sui due versanti ed in particolare sualla spettacolare parete del Precipizio. Qui è opportuno procedere con prudenza. Quindi il sentiero torna a farsi tranquillo, sino a raggiungere il Picco di Circe. La discesa può essere fatta seguendo lo stesso sentiero o imboccandone un'altro, che si prende appena sotto il Picco, scendendo nel bosco. Il sentiero è segnato con vernice rossa; è meno panoramico ma più veloce. Esistono numerosi altri percorsi, su entrambi i versanti per cui si consiglia di procurarsi una carta dettagliata della zona o una guida (in vendita presso la Direzione del Parco o le edicole di Sabaudia e San Felice Circeo).

La realizzazione di questo sito è una iniziativa di Unitec Services & Web S.r.l.- P.IVA 01868730597
Software House a Sabaudia, via Carlo Alberto n.17 - Per informazioni telefonare allo 0773 512022 - FAX 0773 512737 - email
BBPlanet.it - Prentoazione di B&B, Hotel, Case Vacanza, Agriturismi in tutta Italia

8000 B&B, Hotel, Case Vacanza in tutta Italia.